Deprecated: La funzione Elementor\Core\Responsive\Responsive::has_custom_breakpoints è deprecata dalla versione 3.2.0! Utilizza al suo posto Plugin::$instance->breakpoints->has_custom_breakpoints(). in /home/paflqqch/public_html/wp-includes/functions.php on line 5383

Deprecated: La funzione _register_skins è deprecata dalla versione 3.1.0! Utilizza al suo posto Elementor\Widget_Base::register_skins(). in /home/paflqqch/public_html/wp-includes/functions.php on line 5383
Blefaroplastica - ME.Plastic

Blefaroplastica

Percorso Clinico
  • Ricovero

    Day-Surgery

  • Durata

    1h / 1h 30m

  • Anestesia

    Locale - Sedazione

  • Ritorno al sociale

    5-7 Giorni

  • Sport

    3 Settimane

VEDI ANCHE

PERCHÈ FARLA

Quando ti guardi allo specchio il tuo sguardo non è più quello di prima?
Vedi i tuoi occhi spenti ,appesantiti e tristi anche se hai dormito tutto il giorno?
Possiamo aiutarti a tornare indietro nel tempo… Come?

La Chirurgia delle palpebre, nota come blefaroplastica, può essere eseguita sulle palpebre superiori, palpebre inferiori, o su entrambe e permette di rimuovere l’eccesso cutaneo. Qualora fosse necessario si interviene sulle borse palpebrali rimuovendole parzialmente o riposizionandole.

QUANDO...

Le palpebre sono spesso colpite per prima dal processo di invecchiamento. Accade quindi che individui di 35-40 anni, con eccesso di pelle alla palpebra superiore e/o borse sotto gli occhi, acquisiscano prematuramente un aspetto stanco ed invecchiato.

La blefaroplastica può essere eseguita in pazienti adolescenti per correggere un difetto congenito (es una ptosi congenita o un epicanto, piega cutanea che copre l’angolo interno dell’occhio) o in pazienti di età superiore per ragioni estetiche(invecchiamento dello sguardo) e funzionali (riduzione visus per un importante ptosi palpebrale cutanea).
Diversi fattori concorrono nell’invecchiamento della pelle: ereditarietà, fattori ambientali, danni provocati dal sole o ancora uno stile di vita scorretto.


Diverse possono essere le alterazioni di questa regione:
Ptosi del sopracciglio, dermatocalasi (eccesso cutaneo della palpebra) superiore e/o inferiore, presenza di borse e alterazione della fessura orbitaria. È importante capire che con la blefaroplastica non miglioreranno i difetti estetici lateralmente agli occhi note come zampe di galline e le fini rughe presenti nella zona di transizione tra la palpebra e la guancia. A tale scopo è possibile combinare alla tecnica chirurgica suddetta diversi trattamenti, come l’infiltrazione con tossina botulinica, il peeling, laser, per un risultato completo.

  • Comunicare al chirurgo eventuali patologie, allergie e l’eventuale uso di farmaci e/o integratori.
  • Evitare il fumo di sigarette prima e dopo l’intervento. 
  • Eseguire una serie di accertamenti prescritti dal chirurgo come routine pre-intervento. Iniziare la terapia medica prescritta, da proseguire alla dimissione.

PRIMA

L'INTERVENTO

L’intervento di blefaroplastica viene eseguito in regime di ambulatoriale o di day-surgery in anestesia locale con sedazione o in anestesia generale.

La durata media dell’intervento è di 60/90 minuti e varia a secondo delle procedure da eseguire.

Si esegue l’incisione lungo il disegno pre-operatorio e si asporta la cute in eccesso. Si asportano o si riposizionano le borse adipose. E’possibile contestualmente eseguire la correzione di una ptosi palpebrale, ritensionare la palpebra inferiore cosi da ricreare il profilo dell’occhio o ancora eseguire interventi per il ringiovanimento globale del volto. Le cicatrici finali saranno nascoste nelle pieghe palpebrali.

Concluso l’intervento vengono applicati dei cerotti (steri-strip) e del ghiaccio.
Come in qualsiasi procedura chirurgica, il postoperatorio si caratterizza da un certo grado di gonfiore e comparsa di ecchimosi. Ti verranno consigliati dei farmaci per ridurre l’infiammazione e l’edema.

Una volta a casa:
• Durante la prima settimana dormire con la testa sollevata (posiziona due cuscini dietro le spalle).
• Evitate movimenti improvvisi, e qualsiasi azione che possa aumentare la pressione ematica (sport, grandi esercizi, etc.) per ridurre il rischio di ematoma.

Dopo 4-5 giorni verrai rivalutato/a presso lo studio medico e saranno rimossi i punti di sutura.
• Si consiglia di evitare l’esposizione al sole, così come temperature molto elevate.

DOPO